Quest’infermiera stava per rapire un bambino. Fortunatamente la nonna la ferma

Quest’infermiera stava per rapire un bambino. Fortunatamente la nonna la ferma

Ecco la drammatica scena che vede protagonista un'infermiera ed una nonna che si accorge del rapimento del suo nipotino ed interviene per salvarlo. GUARDA IL VIDEO SOTTO

Un‘infermiera dovrebbe lavorare sempre nell’interesse dei propri pazienti e delle persone con cui ha che fare ogni giorno durante i suoi lunghi turni. L’infermiera protagonista di questo video, però, si stava per macchiare di un vero e proprio crimine.La donna, infatti, si è letteralmente impossessata di un bambino appena nato ed ha quindi provato a rapirlo.

Un video, però, ci mostra quello che è successo e che è stato ripreso dalle telecamere presenti all’interno della struttura ospedaliera nella quale questo bimbo è nato. La donna, infatti, entra all’interno dell’ascensore insieme alla culletta del piccolo che sta per rapire.

Fortunatamente, però, insieme a lei c’è una donna che si rende conto che qualcosa non va e capisce quello che sta per succedere. Quella donna è la nonna del piccolo che ha quindi pensato bene di reagire e di riprendere il suo nipotino che ha rischiato di non vedere più.

Immagini davvero incredibili che ci faranno capire quanto spesso delle tragedie possono verificarsi sotto i nostri stessi occhi, in momenti in cui diamo la nostra fiducia a delle persone insospettabili come potrebbe appunto essere l’infermiera di un ospedale. Fortunatamente, però, in questo caso la nonna del piccolo è stata molto attenta ed è riuscita a sventare questo rapimento.

Altrettanto interessante sarà vedere una coppia che litiga all’interno di un ascensore e la reazione di coloro che si trovano accanto a loro. Anche in questo caso immagini che ci devono molto fare riflettere e che ci faranno capire quanto a volte le persone intorno a noi possono correre dei rischi ma ci farà capire altrettanto bene quanto spesso persone che non conosciamo tendano a non intromettersi in questioni che non li riguardano in prima persona.